Niger

La Cooperazione Italiana è presente in Niger sin dagli anni ’80. La Regione di Tahoua è la zona prioritaria di intervento delle iniziative di cooperazione bilaterale.

In questi vent’anni il settore prioritario d’intervento è stato lo sviluppo rurale; dal 2006 l’azione italiana si è estesa anche al settore sanitario, con un programma di formazione che risponde all’importante domanda di rafforzamento delle capacità e di miglioramento delle risorse umane nel rispetto dei principi di ownership e armonizzazione degli interventi, e dal 2008 ha assunto notevole rilievo anche un programma sull’empowerment delle donne. L’impegno della cooperazione italiana nel paese ha toccato altresì tematiche di interesse generale quali la tutela dell’ambiente, le questioni di genere, l’appoggio alla bonne gouvernance ed i processi di promozione della democrazia nel Paese. Nella Programmazione Triennale 2017-2019 per il Niger, l’AICS ha confermato tali temi come priorità d’internvento.

Fondamentale sottolineare come tutte le iniziative promosse dalla Cooperazione italiana sono in linea con il Documento di programmazione nazionale, il Plan de Développement Economique et Social (PDES).

Non essendo presente in loco con un proprio Ufficio, la cooperazione italiana partecipa saltuariamente ai meeting di coordinamento dei donatori in loco promossi dalla locale Delegazione della Commissione Europea. Inoltre, i Ministeri competenti periodicamente organizzano con i Partner Tecnici e Finanziari delle riunioni settoriali per la realizzazione e il monitoraggio delle varie componenti del PDES (Piano di Sviluppo Economico).